Uno sguardo sui miei piatti

Uno sguardo sui miei piatti

Seguimi via Email

domenica 19 dicembre 2010

Marmellata di mandarini e chiodi di garofano

 E' tempo di marmellate!
Sì, anche io mi sono fatta contagiare dai preparativi (contemporanei quasi in tutte le cucine di foodblogger!) di regali mangerecci rigorosamente home made!
Dunque, ho scoperto innanzitutto che la difficoltà maggiore non si incontra tanto nella preparazione in se' del regalo, quanto (almeno nel mio caso) nel selezionare una o due idee carine, fattibili e possibilmente apprezzabili tra la miriade di svolgimenti che mi sono partiti in testa al tema "regali culinari".
Sì, perchè le idee (che comunque quest'anno hanno tardato ad arrivare) non mancano, ma il tempo dove lo trovo?
Qualcuno ha un po' di tempo da regalarmi? O vendermi anche? Me ne basterebbe una boccettina, che so..da una settimana?!
Ok, ok, adesso mi calmo. Lo so che non ce la farò mai, o almeno che anche se dovessi farcela, qualche realizzazione ne uscirà sacrificata, ma pazienza! Sono regali, non ostacoli di una corsa, per cui: calma e sangue freddo, e a questo punto carta e penna alla mano (quando la memoria non mi assiste come in questo periodo, carta e penna sono l'unica cosa -o quasi- che mi sostengono nell'impresa di riorganizzare le mie giornate.)
Bene, detto questo, passo alla ricetta che, forse, alcuni fdi voi, potrebbero trovarsi sotto l'albero la prossima settimana! ;)

Marmellata di mandarini e chiodi di garofano

1kg di mandarini
250 gr di zucchero
5 o 6 chiodi di garofano
zenzero in polvere

Sbucciate i mandarini e divideteli a metà in senso orizzontale. Riponeteli con lo zucchero nella pentola che userete per la cottura, e lasciate macerare per 2 o 3 ore.
Nel frattempo tagliare a listelline la buccia di uno o due mandarini e farla bollire per 10 minuti, facendola poi raffreddare sotto l'acqua fredda.
Unire le bucce ai mandarini e mettere tutto sul fuoco aggiungendo le spezie, e far andare fino a quando raggiunge la densità che preferite.
Ancora bollente, versatela nei vasetti (precedentemente sterilizzati) e, una volta chiuso il tappo, riponete il barattolo all'ingiù al buio per creare il sottovuoto.

Io l'ho assaggiata come farcitura di una torta base aromatizzata al mandarino (posterò la ricetta prima o poi...) ed era davvero buona! :)

6 commenti:

  1. In un armadietto chiuso e non sul balcone al sole! :)

    RispondiElimina
  2. ma poiché? questa è la mia domanda!

    RispondiElimina
  3. it's look like a warm sunny day in July ¦{)

    RispondiElimina
  4. Ciao,
    Scusa se arrivo solo adesso ...sono terribilmente indietro con le visite!! Grazie per questa ricetta
    profumata !! Sarà perfetta per la mia maratona!
    Ciao ,
    a presto
    Aniko

    RispondiElimina
  5. cappu, cce te serve?

    RispondiElimina