Uno sguardo sui miei piatti

Uno sguardo sui miei piatti

Seguimi via Email

mercoledì 29 giugno 2011

Mousse estiva di ananas e ricotta


Estate. Decisamente estate.
Il caldo torrido di oggi ha messo a dura prova il mio sistema nervoso, e siamo solo all'inizio, mi sa!
Per fortuna però che ci sono coccole dolciarie come questa di cui vi parlo oggi: con un dignitoso apporto di calorie (!), e nonostante la presenza massiccia di latticini (e la conseguente necessità di tenere ben al fresco questo dolce.. Per capirci, non ve lo potete portare in borsetta come se niente fosse!:), si avvale dell'elemento "ananas" al suo interno che fa taaaaanto estate secondo me! :)

Chiariamo subito, non è una mia idea! Le mie, di idee, ultimamente scarseggiano e quando ci sono non hanno una gran riuscita... :( ma mi applico sulle cose pensate da altri apportando al massimo qualche piccolissimo ritocco (che peraltro qua non c'è stato neanche!)

Per cui andiamo alla ricetta, della quale dobbiamo rendere grazie al mio nuovo blog-amico Butta la pasta, gestito dalla saggia Valentina, fidata compagna di squadra nell'avventura dietro le quinte Masterchef - ve ne parlerò, lo giuro!- grazie alla quale ho scoperto le meraviglie di un'applicazione di cucina da spulciare direttamente e comodamente dall'iPad!
Vale, questa ricetta è tutta per te! ;)



Mousse estiva di ananas e ricotta

Ananas fresco
250 gr di ricotta
200 ml di panna da montare
100 gr di zucchero (la ricetta riportava 120, ma il risultato rischia di essere dolcissimo!)

Tagliate l'ananas a cubetti e fatela caramellare in padella con circa una metà dello zucchero, mettete da parte a raffreddare.
Montate la panna, a parte lavorate la ricotta con lo zucchero e poi unitela alla panna.
A questo punto mettete una base di mousse in bicchierini monoporzione e stratificate alternando con l'ananas caramellato.
Fate riposare in frigo almeno un paio d'ore prima di servire.

giovedì 16 giugno 2011

Brutti ma buoni: Muffin integrali ai kiwi


Avevo preparato un'altra ricetta per voi oggi, una tutta colorata, fresca, estiva... Ma non la posterò, non oggi almeno, perchè oggi il protagonista è il bianco, candido, leggero, uniforme...
Oggi è la giornata dei Calicanti e del loro elegantissimo evento monocromatico a Villa Pamphili, Roma, in collaborazione con Vivibistrot:  Pic nic Bianco Notte.
Mi sarebbe piaciuto andarci (non sono mai stata ad un evento dei Calicanti!), ma a distanza seguo e partecipo insieme a tutti gli altri blogger in un tam tam colorato solo del non-colore più delicato, il bianco!

Ovviamente, però, io non sono bianca d'indole, per cui...come dire...mi camuffo, anzi, per la precisione camuffo dei muffin, che di bianco hanno solo la copertura, mentre mantengono intatta (evviva la coerenza!) un'anima più scura e colorata! ;)




Brutti ma buoni: Muffin integrali ai kiwi

Premetto: l'aspetto per così dire, non molto "muffinesco" di questi muffin è dovuto molto probabilmente ad un mio errore (che, ovviamente, non vi dirò qual è! eheheh), ma trovando il loro sapore comunque degno di essere raccontato da qualche parte, vi posto ugualmente la ricetta ripromettendomi di rifarli prima o poi in modo corretto e augurandovi di riuscire a fare meglio! :)

150 gr di farina 00
50 gr di farina integrale
80 gr di margarina
80 gr di zucchero
200 ml di latte
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato
5 kiwi
2 cucchiaini di marmellata di rabarbaro

Unite in una ciotola tutti gli ingredienti solidi e aggiungete gradualmente la margarina a pezzetti, l'uovo e il latte. Amalgamate tutto bene con la frusta elettrica e alla fine incorporate i kiwi a pezzetti e la marmellata di rabarbaro (se non ne avete, potete sostituirla con qualsiasi altro tipo di marmettala, meglio se leggermente acidula e non troppo dolce per evitare che si sovrapponga allo zucchero.)
Preriscaldate il forno a 180° e intanto mettete il composto ottenuto negli stampini da muffin (se avete quelli in silicone, beati voi, altrimenti, per quelli in alluminio, è necessario imburrarli prima di versare l'amalgama.)
Mettete in forno a 180° per 20 minuti circa. Una volta cotti, sfornate e fate raffreddare, poi spolverat con dello zucchero a velo.

Che ve ne pare? Di certo non saranno bellissimi da vedere, ma consistenza e sapore aiutano il mio risveglio mattutino meglio di fette biscottate e yogurt! :)

mercoledì 15 giugno 2011

Improvvisazione fredda di pasta asparagi e zafferano


Ore 00.30 di due giorni fa.
Appena rientrata da una partita di pallavolo dove per lo più abbiamo giocato a sopravvivere (stracciati da un squadra di aitanti atlete provenienti dalla serie D...cioè...direi che non servono commenti!).
Inizio ad organizzarmi per fiondarmi a letto.
Ho sete. Apro il frigo e vedo un simpatico mazzettino di asparagi che in un impeto verduresco avevo comprato al supermercato qualche giorno fa...
Faccio automaticamente un rapido conto di quando avrei potuto utilizzarlo... Domani sera no, dopodomani no...
Uff, mi dispiace buttarli via! Pensa, pensa, pensa...
Ok, mi arrendo!
Guardo l'ora. 00.45. Domani la sveglia suona alle 6.30...devo essere rapida!
Pentola, acqua, coltelli, padella, olio...Vediamo se riesco ad improvvisare un pranzo da portare in ufficio!
Sì, ci riesco! E così nasce questa pasta. Facile, rapida, gustosa! Facciamo che ve la spiego meglio? ;)

 

Improvvisazione fredda di pasta asparagi e zafferano

Un mazzetto di asparagi
Uno spicchio d'aglio
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Una bustina di zafferano
Sale
Pasta a vostra scelta ( La mia era di grano duro, ma una variante valida potrebbe essere la pasta integrale o di farina di farro)

In una padella mettete un cucchiaio di olio con lo spicchio d'aglio e, dopo averli lavati e tagliati, aggiungete gli asparagi (gambi compresi!). Aggiungete una tazzina di acqua e salate, poi coprite e fate andare a fuoco medio. Intanto cuocete la pasta e scolatela quando è ancora un po' al dente. Passatela velocemente sotto l'acqua fredda per bloccarne la cottura (a questo proposito vi consiglio di salarla un pochino più del solito - non troppo ovviamente- perchè passandola sotto l'acqua la pasta perde sapidità).
A cottura ultimata degli asparagi, prelevate i gambi e passateli al mixer, per poi rimetterli in padella con le punte. A questo punto aggiungete la bustina di zafferano e condite la pasta.Se l'idea è di mangiarla calda, servite subito. Se invece decidete di seguire le mie orme e farlo diventare il pranzo del giorno dopo da portare in ufficio e da mangiare freddo, aggiungete il secondo cucchiaio di olio in modo da mantenere la pasta ben staccata.

martedì 7 giugno 2011

Riassumiamo! :)



Che strano mi fa essere di nuovo qui, davanti lo schermo bianco, per raccontare e raccontarmi di nuovo nel mio amatissimo blog! :)
E torno come nuova! Sposata, in effetti! :)

Beh, chi mi legge lo saprà, ma io scrivo anche per i nuovi (ce ne sono?!:) che magari non sanno (giusto perchè gli è sfuggito perchè io l'ho detto e ridetto proprio a tutti!:) che avevo in ballo questo "piccolo" cambiamento di vita!:)
E' un anno che stavamo pianificando, scegliendo, prendendo decisioni, affogando e riemergendo da nuvole infinito di tulle e mare zuccheroso di confetti multigusto... e alla fine (giuro, se ci ripenso non mi sembra vero!) ce l'abbiamo fatta! Il 7 maggio siamo meravigliosamente diventati marito e moglie! :)

Fatta eccezione per il servizio del ristorante che è stato, insieme al menu, quasi completamente improvvisato dal personale di sala e cucina - perchè al piano di sopra avevano un altro matrimonio, fissato per errore nella stessa giornata del nostro, e che non sono stati in grado di gestire, finendo per fare dei gran casini con le nostre portate....(potete capire il dramma di una cosa del genere per una come me che, dopo aver meticolosamente scelto e accostato le pietanze insieme ad Andrea in base ad una precisa logica di gusto, ci siamo trovati vanificati il lavoro di mesi..?! Ma vabbè...) e per tutto ciò che questo ha potuto generare nelle famiglie (che nel delirio generale di emozione e desiderio di perfezione, hanno dovuto affrontare con noi la questione!) Ecco...fatto eccezione per queste questioni di forma e di gestione (la perfezione non esiste, per la cronaca! Lo dico per i più convinti! :)...è stato davvero uno splendido matrimonio, di cui ricorderò per sempre una gran folla di sorrisi, di abbracci e una quantità infinita di affetto! A fiumi! :) E ovviamente lo sguardo dolce e onnipresente di Andrea..!!! ^__^

Ora, finito il momento romantico e weddingeggiante (con occhi a cuoricino e tutto il resto), passiamo...al viaggio!! ;) (Pensavate di farla franca! Ihihih! Maddai, ci si sposa una volta sola, datemi un po' di soddisfazione! Sarò fulminea, lo giuro! ;)

Dunque.. visto il nostro amore per le terre americane, abbiamo deciso di andare a macinare un po' di chilometri (5730, per la precisione!) sulla costa ovest degli States! Una figata, diciamolo! ;)



Arrivo a San Francisco, con le sue salite e discese ripidissime e l'oceano sullo sfondo..
Poi Yosemity Park con le sequoie secolari...


Giro bollente nei 42° C della Death Valley...
Poi dritti a Las Vegas, la città del vizio! (Con breve tappa - improvvisata e molto nerd!- alle porte dell'area 51!:)

 
Confusi dalle luci metropolitane, ci siamo lanciati alla ricerca di pace e natura nello splendido Bryce Canyon prima e nel Grand Canyon poi..dove abbiamo trovato la neve! o.O



Tra un Canyon e l'altro, Kayenta e la spettacolare-da-restare-senza-fiato Monument Valley!

Poi Sedona e il suo villaggio tutto New Age (finalmente un po' di cibo biologico e...commestibile!)
E' il momento di Phoenix, tappa intermedia prima di San Diego (con annesso concerto dei System Of A Down,regalo di nozze da parte di un'amica !)
Last but not least..Los Angeles con la sua Hollywood scintillante!
Con Disneyland a 2 ore...ovviamente abbiamo fatto una capatina anche lì! ;)

Ecco! Finito! Ho riassunto riassunto riassunto! :)

Siamo rientrati da una settimana e stiamo facendo amicizia con la nostra nuova vita insieme...ovviamente addolcita anche da qualche little sweet cakes! ;)





Welcome back cake!
(Ovverosia Torta Pere e Cioccolato con farina di grano saraceno)





200 gr di farina di grano saraceno
50 gr di farina "00"
150 gr di zucchero
un pizzico di cannella
una bustina di lievito
30 gr di olio di semi
270 ml di latte
100 gr di cioccolato fondente a pezzetti
2 pere Williams a pezzetti

Facile facile! :)
Iniziate mescolando prima tutti gli ingredienti solidi (lasciando da parte solo le pere) e integrando gradualmente quelli liquidi mescolando con una frusta. Sbucciate le pere e tagliatele a pezzetti (più o meno grandi in base a se preferite o meno sentire la consistenza della frutta nel dolce).
Disponetene i 3/4 sul fondo della teglia leggermente unta (io ho usato un po' di scottex imbevuto con dell'olio per non ungerla troppo) e aggiungete quella che resta al composto. Versate tutto nella teglia e infornate per 30 - 40 minuti a 180° nel forno già caldo.
Colazione dolce e coccolosa...assicurata! :)