Uno sguardo sui miei piatti

Uno sguardo sui miei piatti

Seguimi via Email

sabato 24 novembre 2012

Facciamo la spesa?! Giornata nazionale della colletta alimentare!


Post veloce e insolito oggi per segnalare un'iniziativa che ogni anno si ripete in tutta Italia e che mai come ora necessita sostegno.
In questo blog si parla di cibo e se ne parla anche con una certa leggerezza.
Oggi si cambia registro e si affronta la questione sotto un altro punto di vista: dare cibo a chi non ne ha. 
La Colletta Alimentare è un'iniziativa che ogni anno si ripete a livello nazionale con lo scopo di ricordare a chi ha la grande fortuna di poter scegliere cosa, come e quando mangiare che non serve pagare la cena al terzo mondo per fare del bene, ma anche solo un singolo pacco di pasta o una scatoletta di tonno o una confezione di fagioli, possono assicurare un pasto a chi ci sta intorno. I prodotti acquistati e donati, infatti, non intraprendono un viaggio per chissà dove, ma vengono organizzati e donati ai poveri della zona, quelli che abitano ad un passo da noi e dalle nostre cucine, quelli che, magari, proprio come noi, prima potevano permettersi un tenore di vita migliore e ora non possono più.
Anche l'impegno richiesto non è sovrumano: basta andare in un supermercato che aderisce all'iniziativa (ormai credo siano quasi tutti!) e infilare nel nostro carrello della spesa qualche prodotto in più, che sia non deperibile (quindi no ai prodotti da frigo, sì a quelli a lunga conservazione, per intenderci!) e consegnarlo ai ragazzi con quelle ridicole buste gialle addosso (il "ridicole" è affettuoso, ovviamente! Le ho indossate anche io tante volte!)
Tutto qui. Semplice no?! 
È un'iniziativa che aiuta prima di tutto noi stessi a stare al mondo, faccia a faccia con la realtà, e a non dimenticare mai quanto, nel nostro piccolo, siamo fortunati a poter essere noi quelli che aiutano.


Buona colletta a tutti! :)




sabato 10 novembre 2012

Infuso di mela con cannella, zenzero e chiodi di garofano





Una cosa che mi piace dell'inverno è l'associazione che ne ho con il profumo della cannella e dei chiodi di garofano che immediatamente mi scaraventa in un paesaggio innevato, con tante casette di legno illuminate, avvolta in sciarpa e cappello morbidi e caldi e immersa nell'atmosfera natalizia dei mercatini. 
Ecco dove mi sento in questo momento! Sorridente, nel bel mezzo di un via vai di gente infreddolita che passa davanti le bancarelle illuminate e a tenermi calda ho tra le mani una tazza fumante e profumata. 
Invece mi trovo a casa mia, a Rozzano, con la tv accesa, ma tra le mani ho davvero una tazza fumante e profumata. Un'estasi dell'olfatto, ve lo dico! E il palato gli va dietro, assaporando anticipazioni d'inverno, un inverno un pò diverso quest'anno, da trascorrere in tre tra coccole e scoperte... E sorrido! :)


Infuso di mela con cannella, zenzero e chiodi di garofano

Una mela Smith (o comunque di una qualità asprigna)
Due cucchiaini di zucchero di canna
Un pizzico di cannella
Due chiodi di garofano
Un pizzico di zenzero in polvere (o un tocchetto di zenzero fresco)
200ml di acqua

Lavare la mela e tagliarla a tocchetti privandola solo del torsolo. Metterla in un pentolino con l'acqua e gli altri ingredienti. Far cuocere a fuoco vivo e con coperchio per 4 o 5 minuti dal bollore. Versare in una tazza il succo e aggiungere qualche pezzetto di mela.

venerdì 9 novembre 2012

Frammenti di hamburger speziati, zucca e cous cous



Non è questo che prevede oggi il mio menu, ma il tempo vola e ho un pò di ricette arretrate da condividere con voi.
Le mie giornate hanno rallentato parecchio il ritmo ultimamente, sia perchè il pupattolo ha iniziato a dimostrarsi abitudinario (come il papà) e quindi a mantenere dei ritmi piuttosto regolari, e sia perchè sono raffreddata e quindi vedo il mondo a rallenty...
Due ottimi motivi per diventare un pò più pigra del solito e per onorare il divano (seppur scomodo!) di casa mia con una presenza costante. I ogni caso questa staticità recente si è portata dietro anche tutta una fetta di tempo che riesco a dedicare meglio a me stessa e al mio inquilino morbidello che, ho verificato, va in brodo di giuggiole appena mi affaccio alla carrozzina per la nostra oretta di gioco! Una gran fortuna poter spendere del tempo solo noi due! 
Giocare però è faticosissimo per cui spesso dopo un pò ci scappa una pennica e io ne approfitto per tornare ai fornelli. 
Questo è un piatto nato dalla voglia di cous cous e dalla sola presenza in frigo di questi due hamburgers e di qualche cubetto di zucca congelato e abbandonato in freezer..Ne è venuta fuori una cena gustosa e facilmente replicabile. Provate e vedrete! :)

Frammenti di hamburger speziati, zucca e cous cous

2 hamburgers di manzo
1 bicchiere di latte
Zucca a cubetti (le quantità sono a piacere)
Un pizzico di noce moscata
Un pizzico di curry
Un pizzico di zenzero
Un pizzico di curcuma
Sale
Olio EVO

In una padella mettere un filo di olio extravergine di oliva e aggiungere gli hamburgers spezzettati per farli rosolare. Una volta dorati, bagnarli con il latte e aggiungere sale e spezie in quantità desiderate. Aggiungete anche la zucca in modo che possa cuocersi con la carne e dare sapore e consistenza alla salsa.
Accompagnate con del cous cous o del riso basmati.

venerdì 2 novembre 2012

Tortino improvvisato di melanzane , zucca ed emmental




Sono sempre più convinta che i piatti che nascono per caso sono i migliori. Basta sbirciare in frigo (o in freezer), aprire la mente e far andare le mani in sincrono con le idee. Credo che i migliori piatti usciti dalla mia cucina sono nati proprio cosí. Ed è anche il caso di questo tortino, venuto fuori dal nulla in una giornata in cui il frigo ospitava delle melanzane già grigliate ma non condite e della zucca cotta al vapore. A dirla tutta, la polpa della zucca era un pò troppo morbida per il mio tortino, per cui ho usato la buccia avanzata da un altro esperimento per dare consistenza. Sì, perchè oramai della zucca cucino anche la buccia (Chiara docet! :) che, una volta cotta si ammorbidisce e diventa mangiabilissima, pur restando più soda della polpa. In ogni caso, ovviamente, si può scegliere di usare la polpa, ma non bisogna cuocerla troppo in modo che non si disfi completamente una volta utilizzata nel tortino.
Il procedimento è talmente semplice che potrei anche non scriverlo, ma visto che ci siamo... :)

Tortino di melanzane , zucca ed emmental

Melanzane grigliate
Zucca a tocchetti cotta a vapore
Emmental
Pan grattato
Parmigiano grattuggiato
Olio EVO
Sale

Per prima cosa ungete la vostra teglia o pirofila (io ho fatto due cocotte monoporzione) con un filo d'olio e cospargetela di pan grattato. Foderatela di malanzane e riempite con pezzetti di zucca ed emmental a strati alternati, aggiungendo ad ogni strato un pò di pan grattato (serve per assorbirne l'eccessiva umidità). Ricordatevi di aggiungere un pizzico di sale ad ogni strato (non fate come me che in uno dei due tortini l'ho dimenticato completamente... buono lo stesso, per carità, ma con il sale è tutta un'altra storia!)
Coprite l'ultimo strato con altre melanzane e spolverate con abbondante parmigiano. Mettete in forno a 180 gradi per una 15ina di minuti o finchè il parmigiano in superficie non si sia ben dorato formando una crosticina. Servite caldo.