Uno sguardo sui miei piatti

Uno sguardo sui miei piatti

Seguimi via Email

martedì 22 gennaio 2013

Imitando l'oriente: Gamberi e porri allo zenzero


È un pò che non scrivo, me lo stanno facendo notare in molti. È un pò come se la nebbia e il biancore di queste giornate avesse offuscato anche la mia voglia di fare. Passo gran parte della mattinata a recuperare il sonno perso durante la notte, seguendo il ritmo delle dormitine del bimbo (il quale sembra apprezzare molto di più i pisolini diurni che le lunghe dormite della notte, ahimè!)
Anche le altre attività hanno subito un arresto, ovviamente, ma la cosa strana è che non ho smesso di cucinare, anzi, sto sperimentando un sacco...solo che non ho voglia di scriverlo. Mah...passerà...
Oggi comunque, in barba alla svogliatezza e alla pigrizia (e al sonno perchè stanotte finalmente ho dormito un pochino in più!), vi racconto di un piatto che ho copiato, o meglio, che ho immaginato come simile all'originale. Sì, perchè l'originale è fatto chissà come dai cinesi sotto casa ed è veramente buonissimo, per cui perchè non provare ad imitarlo?
Qui l'ho accompagnato ad un contorno di erbette (che ho aggiunto dopo aver fatto la foto) ed un paio di fette di pane, molto all'italiana! Ma credo che potrebbe essere anche un ottimo condimento per degli spaghetti di riso o di soia, che dite?



Gamberi e porri allo zenzero

Una decina di gamberi freschi
1 porro
Zenzero in polvere
Curry
Noce moscata
1 spicchio d'aglio
Olio evo (1cucchiaio)

In una padella antiaderente (o ancora meglio, in un wok) mettete un cucchiaio di olio extravergine di oliva, uno spicchio d'aglio e un paio di cucchiai di acqua. Aggiungete il porro tagliato a rondelle e le spezie (un pizzico di curry e noce moscata e 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere). Togliete l'aglio prima di proseguire. Fate restringere un pò la salsa prima di aggiungere i gamberi (potete aggiungerli anche sgusciati se preferite...i miei erano senza testa, ma con il guscio) , poi aggiungete altri 2/3 cucchiai di acqua e fate andare qualche minuto con coperchio.
Una volta che i gamberi saranno cotti (non serve tanto tempo...5-10 minuti al massimo), aggiustate di sale e servite.

giovedì 10 gennaio 2013

Straccetti di carne di cavallo, coste e pere kaiser



Ricominciamo un altro anno con una foto che non rende giustizia al piatto. La luce era pessima e i mezzi sono quel che sono, però vi assicuro che, se andrete oltre l'immagine, il gusto vi sorprenderà! 
Il gusto deciso e dolciastro della carne di cavallo si abbina bene con il sapore delicato delle bietole, e la pera non fa altro che esaltare, insieme al pizzicore zuccherino della glassa di balsamico, il sapore particolare di questo piatto.
Certo, bisogna essere propensi a nuovi sapori e abbinamenti inconsueti perchè qui c'è un'idea di agrodolce diversa dal solito. Ma se lo provate pronti ad aspettarvi di tutto, non potrà non piacervi!. 

Il 2012 si è chiuso e non avrei potuto sperare in un anno migliore. Ora puntiamo ancora più in alto con questo 2013, e speriamo bene!

Auguri a tutti voi per un anno pieno di quello che volete! :)

Straccetti di carne di cavallo, coste e pere kaiser

1 fettina di carne di cavallo
4 foglie di bietole/coste
1/2 pera kaiser
1/2 cucchiaino di paprica dolce
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Sale e pepe bianco
Glassa di aceto balsamico

Tagliare a striscioline la carne e metterla in una padella antiaderente facendola sigillare senza aggiungere altro. Una volta che avrà preso colore, aggiungere le coste precedentemente sbollentate e tagliate, e aggiungere un paio di cucchiai di acqua se dovesse asciugarsi troppo.
Far cuocere qualche minuto e unire la pera tagliata a fettine, la paprica, il pepe e il sale. Una volta lasciato insaporire il tutto, condire (ancora sul fuoco) con un filo di glassa di aceto balsamico e un cucchiaio di olio, poi, servire.