Uno sguardo sui miei piatti

Uno sguardo sui miei piatti

Seguimi via Email

mercoledì 11 dicembre 2013

Vitello tonnato

Oggi si cambia registro per un giorno su questo blog perchè ho deciso di ospitare una ricetta non mia, ma ugualmente interessante. E' una preparazione classica che però mi manca nel reportorio degli esperimenti e pubblicarla mi permette di avere una sorta di promemoria per la prima volta che deciderò di provarla.
Il vitello tonnato è una ricetta di cucina molto gradevole, è un tipico piatto freddo di origine piemontese. Questa gustosa pietanza dalla preparazione di media difficoltà orna spesso le tavole dei buffet e degli aperitivi ed è ottimo da gustare come antipasto durante i pranzi e le cene in occasioni importanti o come seconda portata durante la stagione estiva. Preparare il vitello tonnato vi richiederà circa 130 minuti di tempo, ma la bontà di questo piatto compenserà sicuramente l’impegno. Ecco la ricetta per la preparazione del vitello tonnato!

Ingredienti per 4 persone:
- ½ kg. di carne bovina;
- 100 gr. di tonno sottolio sgocciolato;
- 10 capperi;
- 6 filetti di acciughe sgocciolate;
- 5 foglie d'alloro;
- 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva;
- 3 uova sode;
- 2 spicchi d'aglio;
- 1 cipolla;
- 1 carota;
- 1 gambo di sedano;
- 1 rametto di rosmarino;
- ½ lt. di vino bianco;
- Pepe q.b.;
- Sale q.b.

Preparazione:
In una padella con due cucchiai d’olio evo e un pizzico di sale, adagiate la carne insieme alla carota e il sedano, precedentemente lavati e asciugati, la cipolla, il rosmarino e l’alloro. Irrorate con il vino bianco e con un paio di mestoli d’acqua. A questo punto fate cuocere il tutto a fiamma debole per circa 2 ore, al termine delle quali lascerete raffreddare il tutto. Preparate la salsa tonnata ponendo all’interno di una terrina il tonno le uova sode, le acciughe e i capperi. Irrorate con un filo d’olio e con un mestolo di brodo di cottura della carne e frullate gli ingredienti, al fine di ottenere un composto cremoso. Affettate la carne in sottili fette e adagiatela su un bel piatto da portata. A questo punto, avvalendovi di un cucchiaio, guarnite ogni fettina di carne con la salsa tonnata. Conservate il piatto in frigo il vostro vitello tonnato ormai pronto e servitelo in tavola al momento opportuno.

Consigli:
Per realizzare la salsa tonnata potete anche aggiungere la maionese.

martedì 10 dicembre 2013

Risotto alla zucca al profumo di cannella




Guardando la tv, tra le varie pubblicità mangerecce, mi torna in mente che non vi ho ancora parlato di una cosa che mi sta a cuore. Quando sono stata a Golosaria (l'ho accennato qui), tra i mille prodotti promossi dai vari produttori locali ce n'era uno, Il riso di Nori, prodotto in un'azienda agricola che prende il nome dalla sua proprietaria Eleonora Bertolone, neo-imprenditrice e cara amica,.e ha la sua origine ben radicata nella sua storia familiare.
Eleonora (detta per l'appunto Nori) ha ereditato l'azienda di famiglia dal nonno e ha deciso di investire nella tradizionale produzione del riso ammodernando macchinari per velocizzare la produzione e stare al passo con i tempi, ma senza rinunciare a metodi tradizionali e preziosi che conservano la storia e la qualità del prodotto.
Io, che sono calabrese e di riso non ci capisco una cippa, ho acquistato da loro due enormi confezioni di riso Baldo, una qualità di riso dal chicco lungo e dalla cottura veloce, e mi sono lasciata guidare dai consigli di Eleonora per la corretta preparazione di un buon risotto.
L'esperimento, decisamente ben riuscito, ha interessato un risotto alla zucca che, unito ad un delicato profumo di cannella (ormai anche i muri sanno quanto mi piace la cannella!) ha riscaldato e impreziosito un mio pranzo di qualche giorno fa.
Vi lascio di seguito poche ma importanti indicazioni che, unite alla ricetta base, vi garantiscono la perfetta riuscita di un piatto che personalmente tendo, ingiustamente, a sottovalutare.
Buon risotto a tutti!


Risotto alla zucca al profumo di cannella
(per 2 persone)

2 pugni di riso Baldo a testa (anche un pò di più, e se vi avanza ci fate degli ottimi supplì alla zucca!)
2 cucchiai di olio Evo
1/2 cipolla
1/2 zucca mantovana cotta (io la cuocio al vapore, ci mette poco ed è buonissima!)
1 noce di burro o margarina
Parmigliano grattuggiato q.b.
Brodo vegetale
Cannella

Per prima cosa preparate un pentolino con abbondante brodo vegetale. Essendo la zucca l'ingrediente cardine di questo piatto, il brodo l'ho fatto prevalentemente con zucca e un pezzetto di cipolla, poi ho aggiunto un cucchiaino di dado vegetale (ne ho uno buonissimo che mi ha regalato mia mamma, preso in trentino e tutto al naturale!)
A parte, in una padella ampia e antiaderente, far scaldare l'olio con la 1/2 cipolla tritata in modo da farla imbiondire. Aggiungere il riso e tostare per qualche minuto ( e comunque più a lungo del solito).
Aggiunere il primo mestolo di brodo e subito una manciata di tocchetti di zucca già cotta in modo che il riso si insaporisca da subito. Mescolare e continuare ad aggiungere brodo man mano che il riso si asciuga, fino a cottura quasi ultimata.
A due minuti dalla fine, aggiungete un generoso pizzico di annella e mescolate bene. 
Mantecate velocemente con una noce di butto o margarina e parmigiano a volontà. Servite subito dopo.