Seguimi via Email

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 27 novembre 2010

Tartufotti travestiti al caffè



Et voilà! Lo so, la foto non è da galleria d'arte, ma d'altronde capitemi, fare le foto con una macchinetta digitale di battaglia, sotto la luce artificiale e mettendo in posa questi dolcetti, quando l'unica cosa che avresti voglia di fare è addentarli...beh, non è proprio il massimo! :)
Dunque, l'occasione (c'è l'occasione ovviamente!:) è una festicciola in oratorio dove ognuno porta qualcosa.
Ero indecisa all'inizio: avevo visto delle focaccine con i broccoli niente male! Ma se poi i broccoli non fossero piaciuti a tutti? Avevo voglia di fare qualcosa di "universale", ergo non poteva che essere il cioccolato!!
Allora un dolce (beh, certo, con il cioccolato che volevo farci??)
E ricomincio a gironzolare sui miei fidatissimi blog.
Ho trovato la ricetta dei tartufini in milioni di versioni diverse, sia per quanti riguarda l'impasto (le possibilità di aromatizzarli sono pressocchè infinite!) che per lo stratino di rivestimento (e qui si può giocare un sacco anche con i colori!)
Dunque, la prima ricetta è quella che ho trovato in Chi ha rubato le crostate? : presentazione splendida, ottima scelta dei colori (granella, ecc..), procedimento leggermente più articolato di quello della seconda ricetta trovata sul mitico Cavoletto di Bruxelles (nel primo caso avrei sporcato un paio di contenitori in più...vi sembra poco? :)
Devo ammettere che l'altro motivo che mi ha portato a scegliere la seconda ricetta è l'abbinamento tra l'aroma forte del caffè e il gusto profumato del cardamomo, ma poi il cardamomo non l'avevo per cui ho dovuto riadattare la ricetta.
Quella che vi segno di seguito è quella originale fatta eccezione per l'assenza del cardamomo (appunto) e per la quantità dimezzata di caffè.

Ah, tanto per la cronaca: hanno fatto un figurone alla festa!! :)

Tartufotti travestiti al caffè

200g cioccolato fondente
1,5 dl di panna fresca (liquida e meglio se già zuccherata secondo me..)
25gr burro (io ho usato la margarina)
1/2 cucchiaino di caffe solubile



Spezzettate il cioccolato e mettetelo in una ciotola capiente (fate pezzetti piccoli in modo che si sciolga più facilmente.) In un pentolino versate la panna e il burro già a temperatura ambiente e fate andare a fuoco basso girando spesso. Quando bolle, spegnete il fuoco, aggiungete il caffè solubile e versate il tutto nella ciotola con il cioccolato. Coprite e lasciate riposare 5 minuti.
A questo punto mescolate bene finchè tutta la panna si amalgami bene al cioccolato.
Viene fuori un composto godurioso di puro cioccolato...mettetelo in frigo e lasciate riposare una notte (o in ogni caso minimo due ore...sarà poi più difficile lavorarlo).
Una volta rappreso, formate delle palline aiutandovi con dei cucchiaini, se necessario, e rotolatele nel cacao o nella granella di cocco. Sistemate le palline nei pirottini e metteteli in frigo fino al momento di servirli.

5 commenti:

  1. io voglio li avevo fatti e voglio provare a rifarli, ma questa volta aggiungendo diversi tipi di copertura! grazie per l'ispirazione ;-) buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Sì, le coperture diverse sono un diversivo interessante! :) Ma il meglio è quando li mordi...Una goduria! Si sciolgono in bocca praticamente! Evviva il cioccolato! :)

    Buona domenica anche a te! :)

    RispondiElimina
  3. Ciao!! I tartufi di Cavoletto non li avevo proprio visti, per natali li provo!
    Bacione

    RispondiElimina
  4. Li ho provati, sono ottimi, soprattutto quello spolverato con cacao. A ogni modo, tra tutti i tipi di copertura (zucchero di canna, cocco, peperoncino) vi invito a provare quelli "sotto copertura".
    Sempre che li troviate.

    RispondiElimina
  5. E che ci vuole! Basta sbirciare i tartufi da dietro un angolo e "sgamarli" al momento opportuno! :)

    RispondiElimina