Uno sguardo sui miei piatti

Uno sguardo sui miei piatti

Seguimi via Email

giovedì 17 febbraio 2011

Bis di ricette per una fame...doppia!



Ho fame! Ho proprio fame! Ma sono le 17.25 e non è ancora ora di cena...
Se non avessi avuto a che fare con lo spauracchio della prova vestito, mi sare fiondata già da un pezzo nella gelateria qui a fianco (nonostante il freddo!) o nella panetteria 100 metri più avanti...
Ma lo spauracchio c'è e quindi...scrivo sul blog!

Oggi la faccio breve e vi sparo così, tutto d'un fiato, ben due ricette più un indizio per una terza...vediamo se riuscite ad indovinare di che si tratta! ;)


Coniglio cremoso al radicchio e senape dolce

1/2 coniglio tagliato a pezzi
1/2 cerpo di radicchio (meglio quello lungo che è un po' meno amaro)
2 cucchiai di senape
1 cucchiaio di miele d'acacia
1 carota
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale
1 spicchio d'aglio
2 bicchieri di vino bianco

Mettete a rosolare leggermente l'aglio e la carota tagliata a pezzetti con un cucchiaio d'olio e subito d'opo passateci il coniglio facendolo dorare. Togliete l'aglio e sfumate con il vino bianco, poi coprite e lasciate andare a fuoco medio.
A parte fate andare il radicchio lavato e tagliato con un cucchiaio di olio e uno spicchio d'aglio che, dopo qualche minuto, andrà tolto. Salate e fate andare a fuoco basso finchè il radicchio non sarà del tutto appassito, poi, una volta raffreddato (io ho immerso la pentola con il radicchio dentro, nel lavandino con 2 cm di acqua fredda per accelerare il processo), passarlo al mixer.
A questo punto, verificate che il vino sia quai del tutto evaporato dal coniglio e aggiungete la crema di radicchio, la senape, il miele e un pizzico di sale. Fate cuocere qualche altro minuto (verificate la cottura del coniglio prima di spegnere il fuoco e servire: se è ancora un po' crudo, aggiungere un altro mezzo bicchiere d'acqua e fate cuocere ancora un po'.) e servite con pane o riso basmati. :)



Polpettine di carote

4 carote
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale
pan grattato
1 uovo

Una volta pelate e tagliate a pezzi le carote, fatele cuocere a vapore per una quindicina di minuti (o comunque fino a che siano abbastanza morbide a contatto con la forchetta), poi scolatele e salatele direttamente nel mixer. Se non avete il cestellino per la cottura a vapore, fatele lessare in acqua già salata.
Aggiungete un cucchiaio di olio e mixate il tutto fino ad ottenere un puré dal colore piuttosto acceso. Tenete conto che se le carote sono abbastanza morbide una volta cotte, sarà possibile semplicemente schiacciarle con la forchetta per ottenere lo stesso risultato.
A questo punto unite l'uovo e il pan grattato nella misura sufficiente per raggiungere la consistenza ottimale alla formazione di tante piccole polpettine.
In una padella antiaderente mettete un cucchiaio di olio e fate soffriggere le polpettine per qualche minuto.
Servire dopo averle passare su un piatto con carta assorbente.
Non ho provato, ma secondo me sono buone anche fredde! :)

5 commenti:

  1. ila! grazie mille per il link :) ora vedo come fare a partecipare e se è tutto ok mi fiondo, i premi mi sembrano niente male! baciiiiii

    RispondiElimina
  2. Figurati! Poi fammi sapere come va, mi raccomando!!! :)

    RispondiElimina
  3. H14:10 Le carote a fettine stanno lessandosi in acqua salata.. guardo perplessa la pentola chiedendomi se le polpette che usciranno fuori alla fine di questo viaggio culinario saranno come quelle della foto.. Il mixer è pronto e roboante sulla linea di partenza, vi dirò chi sarà il vincitore!

    Intanto grazie ila che mi ha dato un'idea molto carina per l'antipasto di stasera!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ebbene,ecco l'esito delle mie polpettine di carote: Molto buone e molto apprezzate! Mia sorella mi ha chiesto la ricetta.

    Due consigli da profana(scusa se mi permetto, ila):
    - servirli con antipasti dai sapori più decisi (come ad esempio tartine con pancetta e crema di noci oppure alla salsa di olive nere e speck) in modo che il palato apprezzi di più il loro sapore dolce e leggero.
    - aggiungere nell'impasto il prezzemolo e il pepe. E la prossima volta mi sa che aumento il prezzemolo e ci aggiungo 2 fette di cipolla cotta-quasi-sciolta in padella.

    Grazie ila!

    RispondiElimina
  5. Fantastico suggerimento! Grazie Lilli! ;)

    Intanto ieri le ho riprovate anche io e ho aggiunto la noce moscata invece del pepe...mooolto buone! Le ho abbinate con un sacco d'altra roba tra cui un pane al cumino (che posterò a breve!) che era la morte loro!!
    ;)

    RispondiElimina