mercoledì 9 novembre 2011

Involtini di melanzane ed un tuffo nel mio paese



Il 1°dei due piatti di rascatelli! :)
Una cosa che mi piace sempre un sacco quando scendo dai miei è infilarmi a capo fitto negli odori e nei sapori tipici di casa mia. Aspirare a pieni polmoni l'aria fresca della sera davanti il portone di casa appena scesa dalla macchina è una cosa che mi fa entrare dritta dritta in una dimensione di familiarità.Sì, perchè, arrivando quasi sempre di sera tardi (questa volta era quasi mezzanotte) gli odori sono più chiari e definiti, l'aria più fresca e umida, e le mie narici riescono a percepire tutto l'odore del mio paese. Non so dirvi di che odore si tratti, ma giuro, potrei riconoscerlo tra mille! :)

Rascatelli al sugo di cinghiale
Lo scorso week end era stato pensato come una toccata e fuga mirato per lo più a fare la conoscenza di una bimbetta tenerissima di appena due mesi, figlia di una mia cara amica, che altrimenti non avrei visto fino l'estate prossima e onestamente mi sembrava un po' troppo. Così mi sono organizzata e in fretta e furia ho deciso di fare questa veloce puntatina calabrese, ma benchè la missione fosse di stampo neonatale, il mio viaggetto si è presto trasformato in un week end mangereccio all'ennesima potenza!

Cinghiale in umido
Melanzane ripiene, rascatelli al sugo di cinghiale, olive schiacciate, tarallini ai vari gusti, agnello in padella con zucchine e peperoni, salsiccia, 'nduja, caciocavallo.....

Un'infinità di sapori che sto ancora cercando di catalogare nella mia mente, ma che il mio palato ha già amabilmente degustato restando spesso in estasi per qualche minuto...
Casa...! :)

Patate ripiene con funghi e speck
Tanto per darvi un esempio, domenica siamo stati ospiti da Biagio e Lucia, due simpatici amici di famiglia che ci hanno deliziato con un pranzo che...valeva doppio! :)

Abbiamo arrancato per raggiungere la casetta incastrata tra le viuzze del paese e al nostro arrivo Lucia ha esordito con un "Non ho fatto antipasto perchè così ci godiamo subito la pasta!"

"Benissimo" abbiamo risposto, ma allora che c'è in tutti quei pentolini?

Olive schiacciate
"Mah, niente, non ho fatto niente...qui il sugo, qui l'acqua della pasta, qui la carne..."

Ora sappiamo che quando Lucia dice così non c'è da crederle! :)

Abbiamo, per l'appunto aperto il pranzo con i Rascatelli al sugo di cinghiale, una pasta fatta rigorosamente a mano che porta proprio l'odore della domenica fritto in tavola, sotto il tuo naso!
Un sugo denso e corposo faceva da condimento e io non ho potuto trattenermi dal fare il bis (Non dite niente, vi prego!:)
Salsiccia nostrana e formaggi

Subito dopo sono arrivati in tavola, in ordine sparso: carne di cinghiale in bianco, involtini di melanzane, patate ripiene con funghi e speck, involtini di peperoni, olive schiacciate, cipolline di tropea sott'aceto, polpettone, salsiccia nostrana, formaggi, frutta, torta Delice, caffè, liquori....

Siamo usciti da casa loro verso le 16.00 quasi rotolando, ma giuro, ne è valsa la pena! :)
Involtini di peperoni

Qui trovate qualche scatto che testimonia il lauto pranzo e subito dopo vi lascio, tra tutte, la ricetta degli involtini di melanzane, ricevuta sotto diretta dettatura dalla cuoca!

Polpettone




Kinder Delice

Involtini di melanzane con prosciutto cotto e caciocavallo  (per 2 persone)


2 melanzane grandi
200 gr di prosciutto cotto a fettine
caciocavallo
sale
olio di semi
parmigiano


Cominciate lavando le melanzane e tagliandole a fette sottili per il lungo, prima di metterle in un colapasta con un'abbondante quantità di sale (5/6 cucchiai per 2 melanzane). Trascorse un paio di ore, sciacquatele per bene e asciugatele con un canovaccio asciutto.
Friggete le fettine melanzane in abbondante olio per un paio di minuti al massimo per evitare che si biscottino troppo (devono restare morbide e flessibili).
Adagiate le melanzane appena fritte su della carta assorbente prima di farcirle con una fettina prosciutto e una di caciocavallo ciascuno. Avvolgetele a mo' di involtino fermandole, se necessario, con uno stuzzicadente. In ultimo adagiate gli involtini di melanzane in una pirofila (senza aggiungere olio) e cospargetele di parmigiano, poi mettetele in forno a 180 gradi per 15 -20 minuti.
Una vera delizia!

Grazie a Lucia per questa ricetta!






3 commenti:

  1. peeerò! Non avrai gli alberi carichi di pere, ma gli involtini di melanzane mi paiono una ghiotta alternativa! :-D Per non parlare del cinghiale in umido... io ho mangiato solo prosciutto di cinghiale e tagliatelle con ragù di cinghiale, ma in umido mai... Immagino che sia buonissimo...

    RispondiElimina
  2. XD ma come mai hai messo che non vuoi cioccolato nei biscotti? non dirmi che non puoi mangiarne.. :p cmq peccato che nn ci sei su twitter o ti aggiungevo! :-p ciaooooo

    RispondiElimina
  3. :) Capito..allora vedrò che ricetta usare per i tuoi biscotti.. :D Ah, ti ho aggiunto su Facebook! :) E se ti va partecipa al mio contest! :D ciaooooooo

    RispondiElimina

Seguimi via Email

Cerca nel blog

Caricamento in corso...